1. La psicologa Francesca Cenci su Lukaku: ha tutte le caratteristiche mentali che occorrono per essere un top player

sky poltrona

Abbiamo chiesto a Francesca Cenci, psicologa e psicoterapeuta cosa pensa di Romelo Lukaku, il ragazzo Belga di 27 anni anni che sta dando grandi soddisfazioni all’inter. Anche domenica ha portato la squadra a vincere e poi ha parlato con grande coinvolgimento in conferenza stampa. “Sono molto contento per la partita di oggi, era una partita complicata , abbiamo fatto un bello step e dobbiamo andare avanti su questa strada. È un bel momento per me, ho fatto una bella scelta a venire qua, farò di tutto per aiutare la squadra perché senza i miei compagni non sono nessuno.”

Francesca Cenci commenta il giocatore e ne stende una sorta di profilo: Lukaku è un giocatore da un punto di vista psicologico quasi perfetto: lucido, freddo, disincantato, capace di focalizzarsi e restare concentrato, gestisce bene le emozioni, è umile e dedito alla fatica e al lavoro. Inoltre sa giocare in squadra e per la squadra, che può sembrare scontato ma non lo è. Tanti giocatori particolarmente talentuosi tendono ad essere troppo prime donne e a giocare in modo tendenzialmente più egoistico. Non è il suo caso, in quanto condiziona favorevolmente la squadra e favorisce le dinamiche di gruppo.

Cosa ne pensa Dottoressa delle sue caratteristiche di cui parlava prima? Lo aiutano in tutto o in qualcosa di specifico?

Be , come dicevo prima le sue caratteristiche su un piano mentale sono essenziali per un professionista e sicuramente lo rendono più performante di altri. Poi, nello specifico il profilo di Lukaku rispecchia il rigorista ideale, proprio per la sua capacità di isolarsi dagli stimoli ambientali e di gestire al meglio l’ansia e le emozioni in generale.

Ma sono parte della sua personalità o le ha migliorate secondo lei?

Sicuramente ha un attitudine personologica a queste abilità, ma sicuramente le ha allenate. È un ragazzo molto intelligente e le qualità mentali ricordo che si possono e si devono allenare come quelle fisiche o tecniche e se osserviamo la sua routine prima di tirare un rigore, direi che si, sicuramente le ha fortemente allenate ed è sicuramente migliorato nel tempo.

perché, cosa fa?

È un cecchino. Pianta gli occhi sul pallone, allunga l’ultimo passo col piede destro  e mentre sta per colpire la palla col piede sinistro alzo lo sguardo verso il portiere. Questo viene chiamato esempio di routine o rituals, cioè quella successione di piccoli comportamenti che il giocatore mette in atto sempre uguali, scegliendoli per se stesso. Facendo così si resta concentrati e si evita di avere pensieri negativi, e ci si sente più sicuri, dalla ripetizione di questi gesti.

Grazie Dottoressa Cenci.

TIKI TAKA: LA PRIMA PSICOLOGA DEL PALLONE è FRANCESCA CENCI

fra e Chiambro 12 aprile

IERI SERA A TIKI TAKA SI TRATTANO TANTI ARGOMENTI, LA NAZIONALE, LA SERIE A, TANTI OSPITI TRA CUI FLAVIO BRIATORE COLLEGATO DA CASA , CRUCIANI E OPPINI IN STUDIO. CICCIO GRAZIANI, LE VELINE DI STRISCIA LA NOTIZA E TANTI ALTRI. POI SI TRATTA UN ARGOMENTO SPINOSO E CHIAAMBRETTI, ARGUTO E INTELLIGENTE COME SEMPRE, ESCE L’ASSO DALLA MANICA: UNA PSICOLOGA. E NON UNA PSICOLOGA A CASO: FRANCESCA CENCI, LA PSICOLOGA Più CLICCATA DEL WEB, VOLTO TELEVISIVO NOTO E SIGNORA ALTAMENTE PREPARATA. INFATTI è UNA PSICOLOGA DELLO SPORT OLTRE CHE UNA PSICOTERAPEUTA E CHIAMBRETTI VA A SCOVARE PROPRIO LEI. SI SA CHE LUI è UN TALENT SCOUT, CHE HA SEMPRE TROVATO PERSONAGGI ATIPICI E PARTICOLARI E ANCHE QUESTA VOLTA FA CENTRO. SI PARLA DI OMOSESSUALITà NEL CALCIO E LA DOTTORESSA CENCI DA UNA SPIEGAZIONE ESAUSTIVA DELL’ARGOMENTO, OVVIAMENTE RIBATTUTA DAGLI OSPITI IN STUDIO. SOPRATTUTTO CRUCIANI DICE CHE I GAY NEL CALCIO NON ESISTONO, AZZITTITO DALLA PSICOLOGA CHE SPIEGA DI AVER AVUTO UN PAZIENTE CALCIATORE OMOSESSUALE E CHE QUESTI RAGAZZI SOFFRONO. PIERO CHIAMBRETTI RIMANDA L’ARGOMENTO A SETTIMANA PROSSIMA, SPERIAMO CHE FRANCESCA CENCI SIA ANCORA INVITATA perché A NOI è PIAcIUTA MOLTO.