la caduta del principe azzurro

www.duecuorieunafamiglia.it

Credo che siano davvero troppi anni che raccontiamo alle bambine la favola di Cenerentola. Sono decenni che inculchiamo nelle nostre figlie il concetto di attesa del principe azzurro. Di ricerca dell’uomo perfetto. Di aspettare l’arrivo del grande amore per essere finalmente felici.

Ma perché? Chi ha detto che la nostra felicità debba arrivare per forza da qualcun’altro? Chi ha detto che per sentirsi realizzate le donne debbano ad ogni costo trovare questo fatidico esemplare di maschio ideale, che per altro non esiste, perché è appunto un ideale, un modello. E come tale non reale. Credo sarebbe ora di insegnare alle nostre bimbe di iniziare ad ambire alla propria realizzazione personale. A imparare a volersi bene e rispettarsi fin da subito. Ad amare se stesse. A impegnarsi al massimo affinché possano raggiungere mete importanti. Mete proprie, personali e individuali. Risultati e successi. A capire che non hanno bisogno di un altro individuo per essere felici. Che non necessitano di un appoggio esterno per stare bene. Poi l’amore arriverà e sarà bellissimo. Ma deve essere una cosa che arriva, non che si cerca. Deve essere un fattore che completa, non che predomina. Un di più, non una condizione indispensabile alla sopravvivenza.


Perciò smettetela di dire alle vostre figlie che la loro vita cambierà solo se troveranno il principe azzurro. Ma insegnate loro di contare su se stesse. E che se perdessero quella famosa scarpetta luccicante, sarebbero perfettamente in grado di ritrovarla da sole.

#loveyourself #cenerentola #bambinefelici #lovelife #enjoy #noalprincipeazzurro #blog #duecuorieunafamiglia #blogger #PINKO #drfrancescacenci #staytuned #followme Altro…

condividi questo post...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>